Le Patologie

I casi di tumore maligno in età pediatrica (0-14 anni), diagnosticati ogni anno in Italia, corrispondono a circa 120-150/1.000.000 di soggetti in età inferiore ai 15 anni. Sebbene considerati un evento raro, sono comunque al secondo posto, dopo i traumi, tra le cause di morte nei bambini con età superiore ad un anno.Durante gli ultimi venti anni si è registrato un impressionante declino della mortalità infantile secondaria a tumore, determinato dall’affinamento delle modalità diagnostiche e terapeutiche.
Nel bambino il tumore è una malattia curabile che presenta la possibilità di ottenere la guarigione in oltre il 60% dei casi.

Le principali neoplasie in età pediatrica

Le principali neoplasie pediatriche sono leucemie e linfomi, che rappresentano insieme il 38% dei tumori pediatrici, neoplasie del sistema nervoso centrale (18%), tumori a cellule germinali (8%), tumori dei tessuti molli (7%), osteosarcomi (6%), neuroblastomi (5%), neoplasie renali, in particolare il tumore di Wilms (4%).

Tumori Ossei

La più frequente neoplasia ossea pediatrica è l’osteosarcoma.
L’età più colpita è l’adolescenza, con localizzazione preferenziale agli arti.
Dagli anni ’50 ad oggi la mortalità per osteosarcoma si è ridotta di cinque volte.

Tumori Celebrali

I tumori cerebrali e del midollo spinale rappresentano la più frequente neoplasia solida dell’infanzia.
Alcune forme sono benigne e possono essere trattate con la sola asportazione chirurgica. Purtroppo il riconoscimento precoce di queste neoplasie è raro ed il loro trattamento difficile, così si sono ottenuti solo modesti miglioramenti nelle prognosi di queste neoplasie.
Il 20% delle neoplasie cerebrali colpisce bambini sotto i 15 anni di età, con un picco tra 5 e 10 anni.

Leucemie

Le leucemie sono neoplasie del midollo osseo, il tessuto dell’organismo che costituisce le cellule del sangue periferico.
Quando la malattia esordisce, le cellule maligne sostituiscono i precursori ematopoietici e le cellule circolanti, che non sono perciò in grado di svolgere le loro funzioni, esponendo così il bambino al rischio di gravi infezioni.
La forma più frequente nella fascia di età pediatrica è la Leucemia Linfoblastica Acuta. Nel trattamento di questa malattia si sono ottenuti successi significativi.

Linfomi

Il linfoma è una neoplasia che insorge nel tessuto linfatico.
Ci sono essenzialmente due varietà di linfoma: il Linfoma di Hodgking ed il non-Hodgking, che è più frequente in età pediatrica.
Il linfoma può insorgere in differenti sedi: tonsille, osso, piccolo intestino o nelle linfoghiandole distribuite ovunque nell’organismo. Le cellule neoplastiche possono inoltre colonizzare il sistema nervoso centrale ed il midollo osseo.

Neuroblastoma

E’ una neoplasia che colpisce il bambino nei primi tre anni d’età.
Origina dalle ghiandole surrenali, localizzate sopra il rene, e dai gangli del sistema nervoso simpatico, che decorrono lateralmente alla colonna vertebrale dalle vertebre cervicali alla pelvi.
Il neuroblastoma è una neoplasia aggressiva e ad elevata crescita. Spesso viene riconosciuta in uno stadio avanzato, quando non è più trattabile con la sola chirurgia e pertanto richiede un trattamento chemioterapico associato.

RabdomioSarcoma

E’ la più comune neoplasia dei tessuti molli nel bambino.
Origina dai tessuti muscolari striati dello scheletro, più frequentemente a livello della testa, del collo, del tratto genito-urinario e delle estremità.
Si tratta di una neoplasia particolarmente aggressiva, che tende a metastatizzare rapidamente. Fortunatamente però la sede di insorgenza determina spesso una sintomatologia che consente una diagnosi precoce.

Tumore di Wilms

Neoplasia renale di tipo embrionario, a rapida crescita.
Colpisce il bambino, solitamente tra il primo ed il quinto anno di vita ed è la più frequente neoplasia del tratto genito-urinario in età pediatrica.
La diagnosi è in genere fortuita, perchè si manifesta con una sintomatologia rilevante solo in uno stadio avanzato. La prognosi di questa malattia è molto migliorata negli ultimi vent’anni, grazie all’utilizzo combinato di chirurgia, chemio e radioterapia.

Altre neoplasie

Le altre neoplasie pediatriche sono rare.
Retinoblastoma, tumori a cellule germinali, neoplasie della tiroide, melanoma, tumori testicolari – durante la pubertà – e tumori di rene, fegato e polmone costituiscono circa il 10% delle neoplasie pediatriche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *